Intervista Tommi e gli onesti cittadini

“MIND KONTROL ULTRA” è il nuovo album della band punk-rock TOMMI E GLI ONESTI CITTADINI, composta da Tommi (Pornoriviste, Sbirri), Carlame (Skruigners, Discomostro) e Cosi. Il disco è composto da dodici tracce che, pur mantenendo una complessiva integrità nel sound, toccano mondi diversi e rendono il nuovo disco molto vario nell’esplorazione musicale. L’album alterna potenti cavalcate punk a inserti semi-acustici, passando dai riff punk-rock di “Tombini” e Apocalisse alle ballate “Oggi Domani” e “Il Tempo della Velocità.

Ciao!! Presentati/tevi. Da dove venite, chi siete?

Ciao, siamo Tommi e gli onesti cittadini, siamo in 4 (Tommi – voce e chitarra; Carlame – batteria; Cosi – basso e cori; Kino – chitarra) e veniamo dalle zone di Varese, Milano e Cremona (ora ti starai chiedendo “come fate per le prove?”. La risposta è “abbiamo il dono del teletrasporto”). La band è nata nel 2006 e la formazione attuale, con l’aggiunta del Kino da qualche mese, è stabile dal 2014. In questi 11 anni abbiamo pubblicato 4 dischi, “Un mondo di avventure” (Autoproduzione, 2006), “Tommi e gli onesti cittadini” (IndieBox, 2010), “Uno ad Uno” (IndieBox, 2014) e l’ultimo lavoro, “Mind Kontrol Ultra”, fresco fresco d’uscita (Freak&Chic, 2017).

Quale è l’artista che maggiormente vi ha inspirati? Sapreste consigliare un lavoro uscito negli ultimi 5 anni che ritenete veramente degno di nota? Perché?

Beh, scegliere UN artista che ci ha ispirati sarebbe un’impresa come minimo impossibile, anche perché tutti e 4 proveniamo da esperienze musicali diverse (Pornoriviste, Skruigners, DiscoMostro, Kabikoff, Le Teste, LaForcah) e abbiamo ovviamente retroterra differenti ed esperienze d’ascolto assolutamente eterogenee, tutte cose che vuoi o non vuoi vanno a finire, se non direttamente nello stile degli Onesti, sicuramente nell’attitudine che mettiamo quotidianamente al servizio della nostra creatività e del lavoro che facciamo sulle canzoni. E’ ovvio quindi che non riusciamo a dirti un solo lavoro uscito negli ultimi anni che riteniamo degno di nota, me te ne elenchiamo giusto 4: “Happy Holidays” – Billy Idol; “The wrong kid died” – Haezer; “Afro future funk” – Mamud Band; “Senza paura delle rovine” – Vintage Violence

Parlateci un pochino del vostro ultimo lavoro. Come è nato?

Già a metà del tour di “Uno ad Uno”, quindi nella primavera del 2015, abbiamo iniziato a lavorare ai primi bozzetti che Tommi aveva registrato chitarra e voce già da qualche tempo (erano un paio di tracce, non di più, e qualche idea breve buttata giù). Finito il tour del disco vecchio, all’inizio di ottobre del 2015, ci siamo messi a lavorare solo sull’album , e a giugno 2016, dopo due pre-produzioni “casalinghe” siamo andati al Crono Sound Factory (ex Cellar Door) a registrare 14 tracce di pre-produzione con Fabrizio San Pietro. Il lavoro ci soddisfaceva già molto, ma sentivamo che c’erano delle canzoni che valeva la pena di ritoccare ancora un po’ perché arrivassero ad esprimere tutto il potenziale che sembravano avere. Tutto questo lavoro è stato fatto in trio (Tommi, Carlame e Cosi) e la svolta per la produzione dell’album è arrivata quando ci siamo incontrati con l’etichetta Freak & Chic e in particolare con Jacopo Levantaci, Filippo Fornaciari e Romina Falconi, figure che in modi diversi hanno contribuito molto alla realizzazione di Mind Kontrol Ultra. Il disco è stato registrato da Matteo Sandri al Mono Studio di Milano nel settembre del 2016, mixato e prodotto insieme a noi da Filippo Fornaciari presso il Manchine studio di Milano, e masterizzato a Imperia, all Ithil World Studio, da Giovanni Nebbia. Le chitarre aggiunte nell’album sono state opera del Jack Musso.

Mind Kontrol ultra è uscito il 27 gennaio per Freak&Chic ed è stato anticipato da due singoli, “Nei Tombini” e “Apocalisse”, entrambi usciti nel mese di dicembre.

Quale é l’artista piu’ sopravvalutato e quello piu’ sottovalutato sulla scena musicale italiana e non e perchè?

Cosa si intende per sopravvalutato? E per sottovalutato? Se pensi che i Beatles, Elvis, De Andrè, David Bowie e i Queen sono stati in più di un’occasione e per molto tempo considerati sopravvalutati, capirai che non riusciamo a rispondere a questa domanda.

Progetti per il futuro?

Futuro per il progetto!

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *