Buffalo Tom, presentano il nuovo album “Quiet and Peace”

I Buffalo Tom, annunciano il nuovo album. Si intitola “Quiet And Peace” e sarà disponibile dal prossimo 2 marzo. Disponibile il primo singolo ‘All Be Gone’.

 

I Buffalo Tom, una delle più amate band di Boston, recentemente concluso il tour interamente sold out sia negli Stati Uniti che in Gran Bretagna, in occasione del 25esimo anniversario del loro album capolavoro “Let Come Over”, hanno appena annunciato l’uscita del loro ultimo lavoro. Si intitola “Quiet and Peace” ed esce il prossimo 2 marzo su Scrawny/Schoolkids Records. La band composta dal trio Bill Janovitz (voce e chitarra), Chris Colbourn (basso e coro) e Tom Maginnis (batteria), ha realizzato un album con undici canzoni alla ricerca di nuovi territori emozionali come nei brani All Be Gone, ‘Overtime’, ’Roman Cars’, ‘Freckles’ e ‘Catvmouse’.

Pieno di immagini nostalgiche e lontane, “Quiet and Peace” racconta gli angoli oscuri del New England, tra poetici diari di viaggio, colori sfumati e boschi illuminati dalla luce del litorale. Il nuovo album, che arriva dopo “Skins” del 2011, è stato mixato da John Agnello (Kurt Vile, Sonic Youth, The Hold Steady) e prodotto, per la prima volta, dal concittadino David Minehan (Neightborhoods). Per questo album, ho voluto far conoscere a Chris e Tom gli studi Woolly Mammoth, a Waltham in Massachussets, di proprietà di Dave ha detto Janovitz. Dave è una leggenda locale – per aver fondato i Neightborhoods quando era un ragazzo e per aver continuato a suonare nei The Replacement e con la band di Paul Westerberg solista — ed è un ragazzo tremendamente gentile. I Woolly studios mi ricordano molto qualcosa che amo, qualcosa di molto rilassante, studi con vibrazioni positive come il vecchio Fort Apache di Boston o come o il Dreamland Studio di Woodstock.

Quelle stanze sono responsabili di tre delle nostre prime quattro registrazioni, così come altre dozzine di progetti. Raramente puoi sentirti come se fossi in uno studio di registrazione a guardare l’orologio e basta, questi sono luoghi in cui sei circondato da collezioni di chitarre invidiabili, amplificatori e molto altro. In aggiunta alle chitarre, “Quiet and Peace” utilizza molto sia le tastiere che i sintetizzatori, così come le voci femminili, tra cui le eroine locali Jennifer D’Angora, Andrea Gillis e Arica Mantone, oltre alla figlia di Janovitz, Lucy, la cui voce interpreta con intensità ‘The Only Living Boy in New York’ di Simon & Garfunkel, e a Sarah Jessop che canta in ‘High the Hemlock Grows’.

Tags

About the author

Cinzia

Cinzia

Twitter

Rock dipendente, disposta a viaggiare per ore ed ore solo per assistere ad un concerto, musicista alle prime armi, stalker raffinata di molte band!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *