Burn After Me – Aeon

La Divina Commedia come non l’avete mai… Ascoltata. Ebbene sì, i Burn After Me hanno fatto qualcosa di unico nel mondo del metal odierno, ossia dare vita sonora a un’opera millenaria. “Aeon” è ciò che non ti aspetteresti di sentire da una band che fino a qualche tempo fa era dedita a un metalcore trendaiolo, ossia un lavoro che fa della tecnica strumentale il suo punto forte. Inferno, Purgatorio e Paradiso all’interno di questo lavoro, divisi con chirurgica attenzione da una band capace di dare vita propria a ogni singola situazione. L’inferno è “hot”, come solo il metal sa essere nel suo lato più estremo, con tanto di growl e testi molto spinti. Il purgatorio è dove si cerca la liberazione dai propri peccati e i Burn After Me lo fanno andando a sperimentare a più non posso, muovendosi tra il progressive metal e qualcosa di più moderno, quasi djent. Il Paradiso è qualcosa di unico in questo lavoro, sicuramente la sua parte più curata. All’interno troviamo brani dove regna l’armonia, il rock, il lato più cristallino ed elegante della musica odierna, il tutto contraddistinto da un cantato limpido, pulito. Un disco che deve essere apprezzato in ogni sua parte, che piace per la sua grande struttura musicale e che sa stupire attraverso soluzioni inaspettate. Se volete un prodotto di grande valore, artistico e culturale, dategli una chance!

 

 

Tracklist
01 Cocytus
02 Chasm
03 Phlegethon
04 Lustful
05 Head Bowned
06 Sewn Shut Eyes
07 Right Fit
08 Chaste Kiss
09 Beatrix
10 Fixed Stars
11 Angels
12 Empyrean

 

A cura di Golem

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *