Fabio Zuffanti, il nuovo album esce il 5 aprile

Il nuovo album “In/Out” esce il 5 aprile. Molti collaboratori prestigiosi: Fabio Cinti (Targa Tenco 2018), Livio Magnini (Bluvertigo), Piergiorgio Pardo (Egokid), Nicola Manzan (Bologna Violenta), Enrico Gabrielli (Calibro 35, Pj Harvey).

 

Manca una settimana esatta al nuovo album di Fabio Zuffanti. S’intitola “In/Out”, e verrà pubblicato il 5 aprile da AMS Records. Il nume tutelare del prog italiano ha coinvolto diversi importanti collaboratori.

“In/Out” si avvale innanzitutto del fondamentale contributo di Livio Magnini (Bluvertigo), chitarrista e abile sperimentatore. Al pari di Brian Eno, Magnini scardina le strutture delle composizioni di Fabio e innesta in esse una base di suoni stranianti, con chitarre, loop, batterie acustiche fuse a quelle elettroniche, manipolazioni varie su strumenti tradizionali trattati fino a renderli irriconoscibili, ritmi pari e dispari, atmosfere ora rilassate e solari, ora tese e oscure.

Per questo disco Zuffanti ha deciso di apparire nella veste di compositore e musicista lasciando il canto alle raffinate corde vocali di Fabio Cinti (cantautore, fresco vincitore della targa Tenco) che ha lavorato sugli abbozzi di melodie di Fabio fino a renderle qualcosa di totalmente suo. Gli altri musicisti presenti sono Nicola Manzan (Bologna Violenta), che impreziosisce le canzoni con il suo violino, Paolo “Paolo” Tixi e Giovanni Pastorino (già con Zuffanti nella sua ZBand) che offrono una ritmica vivace e inventiva l’uno e un corposo apparato tastieristico l’altro. “In/Out” si avvale inoltre delle essenziali collaborazioni del giornalista/musicista Piergiorgio Pardo ai testi e di Enrico Gabrielli (Calibro 35, Afterhours, Pj Harvey e tantissimi altri) alle illustrazioni che compongono l’artwork.

Il tutto in nove brani che trattano della confusione che regna nei tempi attuali a riguardo dei sentimenti, dei troppi stimoli che ogni giorno riceviamo, della paura di perdere opportunità in un mondo che quotidianamente ci offre la possibilità di avere tutto a portata di mano ma non afferrare nulla. “In/Out” è probabilmente il disco più coraggioso di sempre di Fabio Zuffanti.

 

fzuffanti.wordpress.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *