Giulia Spallino – s/t

Giulia Spallino esordisce con un Ep prodotto dal collettivo Mamkass e che cavalca diverse onde, elettronica, trip hop, r&b, soul, sei brani in inglese, melodie morbide e intense, voce tenue e calda.

Affronta le variazioni di genere come se fosse nata per fare esattamente quel genere, nessun timore nel mettersi in gioco, espressività e creatività riunite e amalgamate in un unico lavoro che spazia dalla dolcezza alla potenza e all’intensità da vocalist.
Sound internazionale, talento espresso molto bene, un Ep estremamente interessante e ben fatto, molto particolare, adatto a platee ampie, a teatri, a stadi, ma anche a piccoli club intimi e dalle luci soffuse.

Una voce non banale, ben armonizzata, scappa un sorriso nel sentirla, un sorriso che sa di soddisfazione e ammirazione. Una ragazza che ha talento e che ha studiato e si è impegnata per fare quello che fa. Poco star e tanto lavoro. Spesso si sentono cantanti di sesso femminile del settore indie che dovrebbero dedicarsi al karaoke in piazza e nei baretti da anziani. Giulia Spallino non fa parte di questa schiera, sta costruendo la sua carriera e il suo percorso su tanta fatica e concentrandosi sulla musica al posto dei selfie da vip.
Assolutamente consigliato, vi stupirà.

01. Insomnia
02. 2 minutes
03. Avalanche
04. Is this me
05. The circle and the square
06. Psycho

a cura di: Valentina Ferrari

7.5

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *