Gregg Kowalsky, nuovo album

Nuovo album del celebre artista elettronico e compositore contemporaneo Gregg Kowalsky. ‘L’Orange, ‘L’Orange’, il suo ritorno da solista dopo 8 anni di assenza, è appena uscito per Mexican Summer. I primi due estratti da ‘L’Orange, L’Orange’ sono ‘Maliblue Dream Sequence’ e ‘L’Ambience, L’Orange’.

 

Gregg Kowalsky è uno dei più interessanti compositori contemporanei in circolazione, noto per stile e moderne tecniche di registrazione.  ‘L’Orange, L’Orange’ segna il suo ritorno discografico da solista e un nuovo soldalizio con la Mexican Summer, con cui nel 2011 aveva pubblicato l’interessante ‘Honey Devash’ con il monicker Date Palms. ‘L’Orange, L’Orange’ riflette la vita di Gregg Kowalsky, il suo passato, la formazione a Miami e in giro per il mondo e il presente losangelino. ‘L’Orange …’ è un nuovo affascintante passo nella musica di Kowalsky, un tassello costruito sul suo passato che si espande verso il futuro.

La musica di Gregg Kowalsky è il prodotto di esperienze vissute girando il mondo. Gregg è cresciuto a Miami, ha lavorato per una label a New York, creato musica a Madrid e Barcellona, studiato composizione a Oakland e insegnato sound design a Los Angeles. In venti anni di carriera ha composto brani per orchestre, colonne sonore cinematografiche, performance di ballo e installazioni artistiche. La carriera discografica di Gregg Kowalsky è iniziata nella Bay Area, dove ha studiato al Mills College con leggendari compositori sperimentali come Fred Frith e Pauline Oliveros. Ha conseguito un master in Electronic Music e Recording Media. Come solo artist prima di firmarsi Gregg Kowalsky ha registrato, suonato dal vivo e inciso i suoi lavori con il monicker di Osso Buco. Il suo primo lavoro solista è del 2006, ‘Cardial Window’, a cui è seguito nel 2007 ‘Tendrils in Vigne’, una composizione originale registrata con oltre 20 musicisti, incluso il suo maestro Fred Frith e Marieel Jakobson.

Dopo i primi lavori nel 2009 arriva la consacrazione con i ‘Tape Chants’ e Gregg Kowalsky diventa un autore di culto. Le sue tecniche di registrazione lo portano a creare delle vere e proprie installazioni sonore e non semplici dischi. Sempre interessato a luoghi e situazioni nuove, nel 2011 realizza ‘Battery Townsley’, live registrato a san Francisco in un bunker della seconda guerra mondiale, e ‘Movements in Marble and Stone’, in collaborazione con il liutista Josef van Wissem. Gregg ha passato gli ultimi anni editando registrazioni di synth analogici per il nuovo album ‘L’Orange, L’Orange’, suo ritorno alla musica da solista dopo ben otto anni. Inteso come un’estensione dei suoi primi solo album il disco riflette la vita di Gregg Kowalsky, il suo passato, la formazione a Miami e in giro per il mondo e il presente a Los Angeles.

‘L’Orange …’ è un nuovo affascintante passo nella musica di Kowalsky, un tassello costruito sul suo passato che si espande verso il futuro.

 

GREGG KOWALSKY
Web | Facebook | Mexican Summer

Tags

About the author

Cinzia

Cinzia

Twitter

Rock dipendente, disposta a viaggiare per ore ed ore solo per assistere ad un concerto, musicista alle prime armi, stalker raffinata di molte band!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *