Intervista ai Giannutri

Avventure Tropicali è il primo disco dei Giannutri. Sono 12 canzoni intrecciate in un’unica storia, quella della ricca protagonista Gloria che, insieme al suo coniglio Rey, erra in vari teatri del sud del mondo. È un viaggio casuale, diviso tra luoghi e città evocative. Un viaggiare curativo, più che esplorativo, vissuto tra depressioni, squilibri e pastiglie. E un povero coniglio che vorrebbe solo tornare ai suoi pic-nic in campagna. Genere pop-rock-latin, anche se appiccicare etichette non è mai facile. Orecchiabile, accattivante come i luoghi raccontati nel disco: quelli le cui radici possono rimanere celate a prima vista, o a primo orecchio.

 

1)Ciao!! Presentatevi. Da dove venite, chi siete?
Ciao, siamo i Giannutri (Luca Zaminga e Edoardo Scalco). Veniamo da Semonzo (TV) e Bassano del Grappa (VI).
Suoniamo insieme con varie formazioni da quando eravamo ragazzini, quindi da 15 anni ormai, visto che ora siamo sulla trentina. Abbiamo trovato la via per la maturazione musicale (ma solo quella..) con questo ultimo progetto, in cui abbiamo provato a mettere dentro tutto ciò che ci piace.

 

2)Quale è l’artista che maggiormente vi ha inspirati? Sapreste consigliare un lavoro uscito negli ultimi 5 anni che ritenete veramente degno di nota? Perché?
Stiamo sul panorama italiano: la nostra cortissima memoria ci suggerisce il bel lavoro di Iosonouncane, DIE, uscito nel 2015. Un disco con una potenza narrativa fuori dal comune, abbinata a una ricerca musicale originale e coinvolgente. Un album che ha qualcosa da dire e da lasciare.

 

3)Parlateci un pochino del vostro ultimo lavoro. Come è nato?
Il nostro album Avventure Tropicali uscirà il 19 gennaio. Potremmo definirlo genere pop-tropical-rock.
Come detto, suoniamo insieme fin da ragazzini. Durante una pausa, più o meno 5 anni fa, Luca ha preparato alcune canzoni sulle quali ha chiesto a Edoardo di collaborare con qualche arrangiamento e con i testi. È nato tutto un po’ per caso, senza l’idea iniziale di strutturare un progetto…quella è arrivato col tempo ed è stato un bene aver avuto il tempo di lasciare fluire lentamente le cose. Abbiamo avuto modo di mettere a fuoco piano piano non solo gli arrangiamenti ma anche il senso del progetto, che è molto influenzato dal tema del viaggio.
Il disco racchiude 12 canzoni intrecciate in un’unica storia, quella della ricca protagonista Gloria che, insieme al suo coniglio Rey, vaga in diversi teatri del sud. È un viaggio casuale e disattento. Un viaggio curativo, più che esplorativo, vissuto tra depressioni, squilibri e pastiglie; come da copione, segue una scia di amori lasciati a metà. In tutto questo c’è un coniglio che vorrebbe solo tornare ai suoi pic-nic in campagna.
Il singolo in uscita, “Soldi di Gloria”, introduce naturalmente la protagonista: Gloria.

 

4)Quale é l’artista più sopravvalutato e quello piu’ sottovalutato sulla scena musicale italiana e non e perchè?
Domanda velenosa…sopravvalutati ce ne sono tanti.
Rispetto al più sottovalutato… noi per il momento.

 

5)Progetti per il futuro?
Ci sentiamo abbastanza freschi da dire – quasi con uno slogan da pubblicità – che il nostro futuro ce lo stiamo vivendo adesso. Poi, in via generale continuare a viaggiare, suonare e a combinare il tutto in modo proficuo.

 

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *