Khemmis, nuovo video e pre-ordini attivi

Annunciano i pre-ordini del terzo album e presentano il video di ‘Isolation’

 

Il quartetto metal/doom di Denver KHEMMIS ha svelato i dettagli e il primo singolo del suo attesissimo nuovo album “Desolation”, in uscita su Nuclear Blast in tutto il mondo, ad esclusione del Nord America (20 Buck Spin). La copertina di “Desolation” è stata disegnata da Sam Turner (BLACK BREATH, 3 INCHES OF BLOOD). L’epico video di Isolation è stato diretto da Italo Ganni. “Desolation” verrà pubblicato in svariati formati (digipak CD, LP nero e arancione e digitale). I pre-ordini sono già attivi.

“Desolation” è un album che i fan di Paradise Lost, Candlemass, Judas Priest, Thin Lizzy, Iron Maiden, Spirit Adrift, Pallbearer, Metallica E Corrosion Of Conformity non dovrebbero perdersi per nulla al mondo.  Era alta l’attesa per la pubblicazione di “Hunted” nel 2016, seguito dell’acclamato debutto “Absolution”. I KHEMMIS non hanno deluso le aspettative ma, anzi, hanno alzato la posta in gioco e lasciato tutti a bocca aperta, migliorando songwriting e qualità di produzione, tanto che “Hunted” è stato nominato nel 2016 “album dell’anno” da Decibel Magazine. Ora, nel 2018, conclusosi con successo il Decibel Magazine Tour con Enslaved, Wolves In The Throne Room E Myrkur, l’eccitazione per il terzo lavoro dei KHEMMIS “Desolation” è palpabile. È stato creato quello che diventerà un classico definitivo dei KHEMMIS.

Fin dalle note iniziali di “Bloodletting” è immediatamente evidente che i KHEMMIS si stanno di nuovo allontanando dalle proprie precedenti influenze per dare vita a un suono che è solo loro. “Isolation” – recentemente suonato durante il Decibel Tour – è il brano principale e più immediato dell’album, con le classiche melodie metal per cui la band è stata venerata. Nell’epica e conclusiva “From Ruin” e in tutto l’album, le voci e le melodie di Phil Pendergast sono le più chiare, potenti e meglio arrangiate che la band abbia mai avuto. Lavorando per la terza volta con Dave Otero al Flatline Audio di Denver, la band e il produttore hanno ora quella familiarità ed esperienza reciproca per arrivare alla perfetta simbiosi tra songwriting, arrangiamento e produzione di valore.

Anche se i KHEMMIS sono senza dubbio influenzati dal doom e il metal classico, etichettarli in questo modo non rende giustizia al risultato ottenuto in “Desolation”, una perfetta rappresentazione dell’heavy metal moderno nel 2018 che integra il passato in un modo possibile solo nel presente. “Desolation” non è solo il miglior album che i KHEMMIS abbiano mai realizzato, ma anche testimonianza della qualità che l’heavy metal è ancora in grado di raggiungere.

 

KHEMMIS
Facebook | Twitter | Bandcamp

Tags

About the author

Cinzia

Cinzia

Twitter

Rock dipendente, disposta a viaggiare per ore ed ore solo per assistere ad un concerto, musicista alle prime armi, stalker raffinata di molte band!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *