Minerva – Entroterra

Questo 2017 nonostante sia iniziato da poco ci sta regalando molte sorprese con molte uscite interessanti sia all’estero che in Italia. Entroterra dei Minerva è una di queste. Un disco che ad un primo ascolto può risultare troppo complesso ma in realtà è ben strutturato e potente.
Questi Minerva giocano con i generi e passano fluidamente, talvolta anche nella stessa canzone, di genere in genere senza mai risultare poco credibili.

Spaziano da sonorità post-punk, a tempi shuffle a riff di chitarra dal richiamo orientale. Ogni strumento ha un bel suono rotondo e crudo che fa da contraltare ad una voce delicata ma potente. Molte canzoni sono trascinanti e devo dire che la sezione ritmica è di primo livello (alcuni giri di basso sono fantastici). Questo album non sembra nemmeno essere una opera prima, tanta è la maturità che si sente. “Amanite” è sicuramente una delle hit del disco e credo che facciano la stessa fine “Molecola” e “Via 20”.

In definitiva, nel mondo della musica ci vuole molta fortuna, ma credo che sentiremo molto parlare di questi Minerva in futuro. Sicuramente un fan se lo sono già fatto.

01. Via 20
02. Amaro
03. Amanite
04. Carrozza 3
05. Entroterra
06. America
07. Molecola
08. Aliasing
09. Rebus
10. Brem-Bow
11. Veronica
12. Faso Bifaso

a cura di: Marco Tantucci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *