No Fun At All, manca poco alla loro data italiana

Il countdown per l’unica data italiana è iniziato!

 

01.12 | ZONA ROVERI – BOLOGNA
Evento Facebook

 

Hub Music Factory annuncia il ritorno dei No Fun At All! La band svedese arriverà infatti a breve nel nostro paese per un’unica data, il prossimo 1° di dicembre presso Zona Roveri a Bologna. I No Fun At All sono, assieme a Millencolin e Satanic Surfers, tra le istituzioni della scena skate punk svedese degli anni ‘90. Il nome della band deriva dall’unione tra “No Fun”, una canzone dei The Stooges coverizzata ironicamente dai Sex Pistols, e il nome della band hardcore Sick Of It All; già la genesi del loro nome fa promettere bene riguardo il futuro della band. Il percorso dei No Fun At All inizia nel 1991 a Skinnskatteberg, Svezia, quando Mikael Danielsson (chitarra), Jimmie Olsson (voce, batteria) e Henrik Sunvisson (basso) registrano il primo demo, Touchdown, 8 tracce che saranno poi inserite in una raccolta dell’etichetta Burning Heart Recordscomprensiva di demo di altre band (tra cui Puffball e Millencolin).

Nel 1993 Jimmy Olsson lascia il gruppo per dedicarsi al secondo progetto musicale, i Sober, e viene sostituito alla voce da Ingemar Jansson; la formazione subisce altri cambiamenti  con l’arrivo di Krister Johansson (chitarra) e Kjell Ramstedt (batteria) che assieme a Ingemar andranno a comporre la formazione storica, nonché scriveranno i pezzi che più hanno reso celebre il gruppo. L’album di debutto “No Straight Angles” (1994) e il successivo “Out Of Bounds” (1995) ricevono ottimo riscontro dai fan; da Out Of Bounds vengono estratti due singoli Stranded e In a Rhyme, per cui la band realizzerà un video musicale ad hoc, inoltre il successo del disco porta i No Fun At All a intraprendere il primo tour negli U.S.A. Due anni dopo esce “The Big Knockover” , preceduto dal singolo Should Have Known, il cui video sarà il primo della band ad apparire sulle reti di MTV; seguono poi il primo ed unico album dal vivo “Live In Tokyo”  e una raccolta di b-side e pezzi mai pubblicati “EP’s Going Steady”.

Nel 2001, dopo 10 anni di carriera e 250.000 album venduti, la band si scioglie per poi riunirsi occasionalmente solo ad alcuni show di reunion. Il ritorno ufficiale avviene nel 2008 con la pubblicazione di “Low Rider”, quinto album in studio pubblicato dalla Beat ‘em Down Records, etichetta indipendente di proprietà di alcuni componenti della band. Dopo la pubblicazione di questo disco la band è rimasta comunque attiva sino ad oggi, esibendosi in tutto il globo in attesa della realizzazione di un nuovo disco; l’album sarà prodotto e registrato a novembre da Mathias Färm (Millencolin) e sarà pubblicato la prossima primavera, nel 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *