Rito Apotropaico – Artemisia

Gli Artemisia (stilizzato ArtemisiA) sono una band friulana che propone un rock/metal
cantato rigorosamente in italiano. Ritmo Apotropaico è il loro quarto album, certamente un buon traguardo ma il risultato è tutt’altro che esaltante. La formula proposta dai friulani è una base hard rock principalmente di ispirazione Sabbathiana (da qui l’autodefinizione di Stoner che la band si da) senza escludere stilemi riconducibili a Metallica e Megadeth in “Apotropaico” sulla quale la cantante Anna Ballarin canta testi criptici in italiano. La formula prosegue quasi invariata per tutte le otto tracce dell’album, una eccezione la lunga “Senza Scampo”, il lento dell’album. La voce è mal equalizzata (o mal interpretata, o entrambe) e pur essendo troppo alta nel mix rispetto alla base strumentale le parole pronunciate dalla vocalist risultano spesso incompresibili rendendo ancora più difficile la comprensione dei testi carichi di metafore e simbolismi che rifà a un immaginario mistico e magico, altro punto di contatto con i Black Sabbath. Le basi restano banali e ripetitive deludendo ogni speranza di imbattersi in qualche riff accattivante o ritmo aggressivo ma trascinante e la voce di Anna per quanto pulita finisce per creare piuttosto un’effetto di stranamente non proprio piacevole dove voce e musica sembrano due parti distinte che non comunica tra loro. I nostri hanno tentato un’approccio melodico in stile pop italiano su una base metal ma l’esperimento purtroppo per loro non è riuscito.

 

Tracklist:

01.Apotropaico
02.Il Giardino Violato
03.Tavola Antica
04.Iside
05.La Guida
06.La Preda
07.Regina Guerriera
08.Senza Scampo

 

A cura di: Cornelius

3.0

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *