Antonella La Terra Inghilterra – Sulle ali della mia voce

Antonella La Terra Inghilterra è un mezzosoprano di origine abruzzese che a luglio ha pubblicato il suo primo lavoro, un disco di 7 tracce in italiano, di cui in inedito e 6 cover con nuovi arrangiamenti, dal titolo “Sulle ali della mia voce”. Sicuramente una proposta molto diversa di dischi che di solito recensisco e una voce che è difficile da ascoltare nella vita di tutti i giorni. La potenza di questo lavoro sta proprio nella voce di Antonella che accompagna questi brani con maestria e talento.

Il disco si apre con l’inedito “In te andrò”, dove i cori strizzano l’occhio ed evocano sonorità da paradiso. Il resto della produzione è un percorso di arrangiamenti di brani scritti da altri. Sonorità liriche e pop mixate per ottenere un suono tra alta qualità e commerciale, forse per avere più possibilità di diffusione del canto lirico, molto penalizzato in Italia a meno di non considerare fenomeni mainstream come “Il Volo”. In “Un amore per sempre” potrete trovare spunti jazz molto belli.
Emerge tutta la bravura, l’impegno e lo studio di questa artista, ma nello stesso tempo si tratta di un lavoro di nicchia, per un pubblico estremamente ristretto, lontano anche dal canale indie alternative e dai concerti nelle Arci e durante i festival. Quasi musica per i nostri genitori.
Coraggiosa anche la scelta di chiedere una recensione su un canale che non si occupa di questo genere, ma questo può essere anche un vantaggio, far ascoltare questo lavoro ad un pubblico di addetti ai lavori, ma non della lirica e del pop può creare curiosità sia in redazione che nel pubblico. Probabilmente tra di voi ci sarà anche chi apprezza la lirica in versione pop. Questo disco fa per voi.
Melodie dolci, lente e orecchiabili, una voce impeccabile come quella di Antonella La Terra Inghilterra, 7 brani piacevoli e curiosi, lunghi e ben arrangiati.

Ma per me è no, alla Mara Maionchi di X Factor. Oppure NCS, Non Ci Siamo. O scadiamo nel commerciale estremo con “No, Maria, io esco”. Forse perché mi ricorda la musica di sottofondo di tanti momenti degli show della domenica, o quei servizi strappalacrime di StudioAperto in cui muoiono tutti e vengono intervistati i passanti. Con questo non boccio questa produzione, dietro ci sono molti professionisti e il talento di Antonella La Terra Inghilterra è assolutamente evidente e non contestabile. Voci del genere sono fantastiche, quindi merita l’ascolto… cercando di non immaginare questa musica come accompagnamento dei riempitivi di trasmissioni pop.

01. In te andrò
02. Per te
03. Se si perde un amore
04. Un amore per sempre
05. Brinda per lui
06. Mi mancherai
07. Adagio

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

6.0

6 6

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *