“F*CK C’MON³” round 2 live Report

BULL ZEICHEN 88 presents “F*CK C’MON³” round 2

28/04/2016 @ Shinjuku BLAZE, Tokyo

Ed eccomi per l’ennesima volta nel paese del sol levante, alla ricerca di nuove band da aggiungere in agenda. Tra le mani un Guest pass per un evento allo Shinjuku Blaze di Tokyo, che dire… andiamo!

Le appaganti stranezze del Giappone

Sono solo tre le band che hanno preso parte alla serata intitolata -“F*CK C’MON³round 2- ma tutte appartenenti a generi di musica diversi. Il primo gruppo a salire sul palco sono i Nocturnal Bloodlust (conosciuti anche come Nokubura), band metalcore formatasi nel 2009 e ad oggi appartenente a quella categoria che in Giappone definiscono Visual Kei (uno strano mondo, ma ne parleremo in un’altra occasione). La loro musica è sublimemente martellante, un caustico e trascendentale deathcore che vi schiaffazzera’ il cervello ad ascoltarlo… peccato non si possa dire altrettanto delle loro performance live: cinque ragazzini che si atteggiano sul palco, menandosela per le centinaia di ragazzine che gli sbavano dietro. Che delusione.
La seconda band che entra in scena sono i Merry, un gruppo che definirei “retro-rock” per i loro mix di rock, punk, blues e jazz e quel tocco vintage che li caratterizza, non più tanto ragazzini, ma con un energia che accalappia (per non parlare del vocalist che è completamente fuori di testa –lol-). Divertente!
In chiusura, la band organizzatrice di questo evento su tre date: Bull Zeichen 88. Una vera sorpresa! Il gruppo, attivo dal 2006, ha nelle file membri di alto livello come: Eijirou (vocalist – Bab-ilion, ex-Dread Nought Fuse), Sebastian (guitar – ex-Booze), Ikuo (bass – ex- Lapis Lazuli e supporto per Babymetal) e Jun-Ji (drums – Siam Shade, Acid Black Cherry).
Una musicalità sorprendente, un mix di svariati generi, una band etichettata come jrock ma capace di fondere le basi del rock giapponese a un metal accattivante, dove non mancano growling e screaming, dove gli assoli del chitarrista inebriano i sensi e i giri di basso accompagnano una ritmica e mitragliante batteria. Per non parlare della velocità con cui il bassista “accarezza” la sua cinque corde, di come le dita di una mano si muovano fulminee sulla tastiera mentre l’altra pizzica o martella le corde come mai visto prima, fenomeno!
I Bull Zeichen 88 sono davvero carismatici ed elettrici, in grado di trasportare chiunque li veda dal vivo in un turbinio di euforia e chaos, conditi da balli scatenati e head-banging da torcicollo. Quindi non lasciatavi ingannare dai visini d’angelo e lo strambo abbigliamento perché’ questi ragazzi ci sanno fare sul serio! Speriamo di vederli presto anche in Europa!

Setlist:

1. モンスタ (Monster) – ¾ No good job night show
2. SKIN
3. WINK
4. NOW
5. Ride On Time
6. ハウー (Hau)
7. Lovely

Encore

– ボイマヘ (boimahe)

A cura di Tatiana Granata

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *