LEPRE – MALATO

Lepre

Malato

Recensione a cura di Giulia V.

Lorenzo Lemme in arte “Lepre”, batterista, cantante, percussionista, rumorista è nella scena musicale romana da anni.
Attraverso il suo album di esordio Malato l’artista crea un racconto musicale, sperimentale ed esperienziale con un linguaggio colloquiale vicino a chi lo ascolta.
C’è una dimensione di esperienza ed evoluzione, che parla di qualcuno che ha potuto vivere un’infanzia serena e scoprire poi il suo percorso.
“Malato” è proprio il primo progetto dove l’artista finalmente dopo tante esperienze si mette in gioco e può creare un nuovo capitolo della sua vita.

8BdpgwHI

Il testo e la musicalità raccontano a sprazzi un vissuto personale e ognuno ha la sua strada ed il suo percorso ad aspettarlo.
“Mezzoscemo”, a tratti fa sorridere, perché mette in luce tanti opposti che sono dentro ognuno di noi attraverso una musicalità divertente che racconta una storia, la sua storia.
Provocatorio ed accattivante il video di “Mio marito” pezzo espressivo e pieno di contenuti importanti, incredibilmente forte l’immagine nel video di un uomo che corre vestito in modo “non convenzionale” chissà forse racconta anche un po’ il rapporto che ognuno di noi ha con se stesso.


“L’una e un quarto”, ecco un altro brano pieno di quotidianità e di una storia di vita comune a tanti, con toni crepuscolari racconta un momento di passaggio che non è né giorno né notte.
Nostalgica “Deja vu”, fa venire in mente certi momenti di passaggio nella vita nei quali ci si guarda dietro e si prende consapevolezza del vissuto mentre si sta andando verso il proprio futuro.
Un nuovo progetto, molto personale ed anti-pop. Il titolo dell’album è, non a caso, “Malato” ed è così a volte dobbiamo accettare le nostre malattie ed il nostro dolore che, se affrontato, non può che portare allo sviluppo di risorse personali in più nella nostra vita.

Sincerità, linguaggio immediato e una buona musicalità con un messaggio profondo che può far riflettere guardando oltre l’apparenza anche affrontando le cose dolorose che la vita ci propone.
Affrontare il dolore può renderci più forti, consapevoli ed autentici verso noi stessi e gli altri.

Tracklist

  1. L’una e un quarto
  2. Bolletta
  3. Non era colpa tua
  4. Mezzo scemo
  5. Deja vu
  6. Ambulanza
  7. Mio marito
  8. Malato
  9. Molossoide

Voto: 7

7.0

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *