Luminal – Acqua Azzurra, Totò Riina

I Luminal sono una band romana nata nel 2006 arrivata al quarto album, hanno da poco presentato il loro ultimo lavoro “Acqua azzurra, Totò Riina”. Già dal titolo emerge l’italianità in cui sono inseriti e che contestano con il loro punk “sgradevole”. L’album contiene 14 tracce fatte da basso, batteria e voce, i pochi elementi essenziali per produrre un sound duro e sporco, da veri contestatori. Nonostante siano già “veterani” al quarto album la loro rabbia non è venuta meno, non si sono lasciati tentare da strade sicure e hanno proseguito con la sperimentazione, arrivando sempre vicino al limite e creando un lavoro che riesce a mantenersi sugli stessi livelli qualitativi dei precedenti.

I ragazzi partono molto bene con la prima traccia che “è il risultato di 18 viaggi in Intercity nella tratta Napoli Centrale – Salerno”, idea e arrangiamento fuori dagli schemi e per questo motivo decisamente di impatto. Tutto l’album ha testi forti, ironici, di contestazione, la loro anima punk emerge con decisione e rabbia, mentre la loro musica cambia pelle in alcuni brani per virare verso il noise, il post punk, electro punk, wave.
Non siamo in presenza di un disco di facile ascolto, nella sua semplicità (basso, batteria, voce) si tratta comunque di una composizione non orecchiabile, con testi cinici e che parlano di una realtà di degrado, sicuramente tanti non gradiranno il genere, ma nello stesso tempo bisogna rendere merito ad una band che fa quello che vuole con la musica e con i testi, concedendosi una durezza e una crudezza che difficilmente si riscontra nella maggior parte della band indie che sempre più spesso occhieggiano e intraprendono percorsi più facili con un rock annacquato da pop e testi banali e commerciali.

Potevano osare ancora di più, sì. Lo faranno nel prossimo album. E’ una band in crescendo che sta dimostrando il proprio valore disco per disco, possiamo tranquillamente dire che è un ottimo album e che aspettiamo tutto il resto con una certa fiducia. Le capacità abbondano in questi ragazzi.

01. Professionale Italia
02. L’operaio della Fiat II la vendetta
03. Greetings From Rossano Calabro (CS)
04. Anna e il caldo che ha
05. Ammazza i tuoi idoli
06. La vera storia di René Guenon pornoattore
07. La tua ragazza è una puttana
08. Onora il padre e la madre
09. I bambini sono a scuola
10. Non riesco ad avere soddisfazione
11. Correre nel buio
12. Al settimo cielo
13. Odio gli idealisti
14. C’è un solo modo di imparare

Recensione a cura di: Valentina Ferrari

8.0

8 8

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *