Chi è Pavese Rudie?

Con una band che lo ha supportato per questo album d’esordio che √® tutta gente che ha fatto e sta facendo la storia del reggae capitolino e non (da Radici del Cemento a Banda Bassotti), Jacopo, in arte PAVESE RUDIE, inizia una storia solista (senza lasciare comunque BARACCA SOUND, di cui √® membro attivo) in cui si mette un p√≤ a nudo. Un album molto personale. Nei testi e nella musica emerge una profonda sintesi di tutti questi anni passati dall’artista in giro per palchi e dancehall. E’ un album Reggae con tinte hip hop, che rappresenta al 100% il percorso di crescita di Pavese Rudie. Musicalmente la scelta delle batterie digitali √® stata la scommessa sulla quale ha pi√π puntato., per cercare di raggiungere uno stile essenziale e potente, pulito ed incisivo. Dosare ogni strumento e cercare di inserirlo, proprio e solamente, quando ce n‚Äôera bisogno. Less is more, insomma… E si sente. Ascoltare Pavese Rudie per credere.

Il posto che ami e che odi di piu della tua città e perché
Il posto che odio di più la sede di Casa Pound.
Il posto che amo di più il CSOA ‚ “La strada”

Ci sono libri mode musiche posti che hanno influenzato il disco?
Sicuramente la cultura del Sound System, lo stile dei Rude boy ed il Rub a Dub. Un pizzico di spavalderia Hip Hop e la coscienza del Reggae. L’eleganza e la forza. Il contrasto tra l’aspetto underground dei centri sociali romano e la bellezza romantica e barocca della mia città, Roma, ha la scenografia che attribuirei al disco.

Definisci in poche righe il disco
E’ un disco Reggae. Potente e minimale, conscious e pulito. E’ il frutto di anni di dancehall e concerti, la punta di una ricerca musicale che vuole unire la freschezza delle sonorità digitali al calore che solo gli strumenti suonati possono dare. L’attenzione rivolta alla scrittura dei testi è assolutamente un qualcosa che voglio sottolineare, l’uso di un inglese con accento romano mischiato al patwa giamaicano, e la volontà di usare la nostra lingua in maniera ricercata e mai banale.

Definisci Il tuo guardaroba (con foto armadio se possibile)
Jeans e camicie, Palladium e Sneakers. Anche qui un più di Rude Boy ed un po’ di Hip Hop. Felpe con cappuccio e montgomery, New York e Kingston.

Tua musica preferita per fare sesso?
Non ho una musica preferita. Dipende assolutamente dalle circostanze, dalla ragazza‚ insomma la fantasia regna sovrana.

Qual è la cosa più bella del suonare dal vivo?
Quando persone che non conosci cantano le tue canzoni a memoria, realizzi che la tua musica è servita a regalare momenti speciali. E questo, unito al fomento che si crea sul palco, rende ogni concerto un’esperienza che rende la vita del musicista una cosa fantastica.

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *