Salvo Mizzle – Via Zara

Traacklist:

01. Pizz(a)re/done
02. Unoraquekkenduro
03. Sesso Matto A Malibu
04. I Giorni Di Coppelia
05. Via Zara
06. Il Salto
07. Piove La Neve
08. SMF
09. *

Sono ormai un po’ di anni che in Italia si fa un gran parlare di “nuova leva cantautorale”. Il gran lavoro fatto da una serie di artisti che, negli anni, hanno saputo costruirsi un pubblico fedele via via sempre più grande, ha probabilmente aperto la strada ad una serie infinita di imitatori desiderosi di cavalcare l’onda del momento, così come ha creato le basi di pubblico per giovani di talento che altrimenti avrebbero potuto restare inascoltati. Salvo Mizzle si discosta pienamente dalla prima categoria e, con l’album d’esordio Via Zara, si candida a pieno titolo ad entrare a far parte nella schiera di artisti che hanno restituito freschezza alla tradizione italiana del cantautorato.

Salvo Mizzle (nome d’arte) ha dato vita ad un disco multiforme e dalle tinte particolarmente accese. Non c’è una facile inclinazione alla melodia vagamente malinconica ma si propende piuttosto a dar spazio a scosse chitarristiche aggressive e dalle sonorità che indugiano spesso dalle parti del blues e della psichedelia. Le tracce sono punteggiate delle varie esperienze musicali degli anni passati che l’autore ha interiorizzato per poi riversarle nelle proprie creazioni. C’è il decennio d’oro degli Afterhours e dei Marlene Kuntz, per poi arrivare fino alle più recenti esperienze de Il Pan del Diavolo e Dimartino. Il disco si evolve in cerchi concentrici a partire dalla title track, centro nevralgico intorno a cui si sviluppa il disco ed in cui si avvertono molte di queste influenze. Sasso gettato in uno stagno e che genera le onde di tensione che alimentano tutti i brani.

Brani costituiti da storie private e da realtà condivise, cantate spesso con ironia tagliente ed a volte con particolare amarezza. Un esordio già particolarmente maturo, disincantato e dotato di un taglio preciso che colpisce e cattura l’attenzione.    

Recensore: Captain Eloi

7.0

Voto 7

Tags

About the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *