The Big Jazz Duo: Ascolta ora la prima parte del concept EP project “Scion”!

La death metal band The Big Jazz Duo è tornata alla carica con la prima parte del concept EP project “Scion”. La seconda parte di questo concept vedrà la luce nei primi mesi del 2020. “Scion – Soothsayer” è stato registrato, mixato e prodotto agli Inverno Studios da Fabrizio Gesuato, mentre il master è opera di Andrea de Bernardi presso gli Eleven Mastering. Tutta la parte visual è stata curata da Loredana Fulgori, regalando tonalità dark e misteriose al prodotto.

Parlando di questo primo step, la band spiega: “‘Scion – Soothsayer’ è il primo EP facente parte del concept narrativo ‘Scion’. L’opera si premura di descrivere e raccontare la storia di una setta segreta, nota come i ‘Gardeners’, e i loro tentativi di riportare alla vita un antico Dio creatore del mondo e della vita in esso. Nello specifico, la composizione denota le difficoltà emotive del Leader della setta che, nonostante gli innumerevoli sacrifici dediti alla resurrezione della divinità, perde la speranza nel vedere le sue mani costantemente macchiate di sangue innocente senza alcun risultato positivo prodotto. Pertanto, dopo una nefasta visione, tenterà di abbandonare la congrega, finendo egli stesso per essere indicato come proposta sacrificale. Centrale nello storytelling è l’analogia con i fatti del franchise di ‘Silent Hill’, a cui l’intera vicenda si ispira anche in termini di simbologia e allegoria, oltre a riferimenti mitologici aztechi, norreni e occidentali”.

Prima della pubblicazione dell’EP, i The Big Jazz Duo hanno dato in pasto ai fan un nuovo video tratto dal singolo “Of Serpents And Reeds”. Un nuovo video è previsto per l’autunno. “‘Of Serpents And Reeds’ è il primo singolo facente parte del progetto ‘Scion’, concept trattato in due EP ideologicamente collegati l’un l’altro. Nella fattispecie, questo brano è una narrazione, o meglio una antologia dei fatti antecedenti a quelli poi descritti nelle quattro tracce dell’opera ‘Scion – Soothsayer’. La cosmogonia dal punto di vista di un dio solitario e ‘ex machina’ che crea il mondo e tutti gli esseri viventi tramite il sacrificio di se stesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *